Il processo di produzione di acciaio è in continua evoluzione tecnologica nel tentativo di migliorare le performances di produzione in termini di produttività, qualità del prodotto, costi di produzione, riduzione consumi energetici e di materiali, miglioramento dell’impatto ambientale.

Tenendo presente che questo è un impegno continuo da sempre oggi giorno con lo sviluppo delle strategie di economia circolare si sono rese evidenti le opportunità fornite dalla possibilità di impiegare nel processo di produzione anche materiali che risultano essere residui di altre produzione e che possono essere per il processo di produzione acciaio delle vere e proprie materie prime (materie prime seconde).

In tal senso l’impiego di tali materie prime seconde costituiscono delle opportunità per i seguenti motivi:

  • L’impiego come materia prima seconda di prodotti residui di altre produzioni altrimenti inutilizzati fornisce una valorizzazione di tali materiali e una riduzione della dispersione nell’ambiente
  • La possibilità di riduzione dei costi di produzione di tali risorse può comportare una immediata riduzione dei costi di produzione sul prodotto
  • In tali materiali vi possono essere dei mix di componenti differenti che in alcuni casi possono costituire dei benefici su specifici aspetti tecnologici per la produzione.
  • L’impiego di tali materiali inoltre evita la necessità di produzione dei materiali standard con riduzione del consumo di risorse naturali

Questo tipo di approccio costituisce effettivamente un esempio positivo di concretizzazione del concetto di economia circolare in quanto favorisce un utile utilizzo di residui in diverse produzioni rispetto a quelle di origine per favorire la realizzazione di nuovi manufatti. In tal senso Feralpi cerca di promuovere un approccio di questo tipo sempre cercando di conoscere nuove risorse da reimpiegare così da favorire una potenziale riduzione dell’impatto ambientale globale.

Tra le tipologie di residui più problematici in questi tempi vi sono i residui plastici per cui Feralpi da tempo sta promuovendo un loro potenziale riutilizzo all’interno dei propri processi in particolare nel processo EAF di fusione del rottame.

Questo viene consentito dal fatto che in tale processo vi è la necessità di impiego di carbone in forma solida per cui i materiali di derivazione plastica possono costituirne una corretta alternativa al carbone nelle sue varie forme.

Per questo motivo da diversi anni Feralpi ha avviato una ricerca volta ad individuare e testare industrialmente dei metodi di impiego di materiali di derivazione plastica così da costituirne effettivamente una applicazione industriale stabile.

Dal riutilizzo di materiali alternativi (plastiche) una nuova opportunità circolare

In particolare sin dal 2014 Feralpi ha svolto con altri partner Europei nel bando di ricerca RFCS (Research Fund for Coal and Steel – Fondo di Ricerca del Carbone e Dell’acciaio) per testare l’utilizzo di materiali plastici derivati dalla demolizione di automobili come sistemi caricati insieme al rottame nelle ceste di carica.

Tale progetto ha portato alla esecuzione di prove industriali anche sotto l’egida degli enti locali (provincia di Brescia – Arpa) che hanno fornito la loro autorizzazione ed appoggio a tali prove. In questo modo Feralpi ha dimostrato la effettiva possibilità di impiego ed utilità nel processo produttivo mostrandone la possibilità di aggiungere materiali plastici in dovuta quantità senza che questo comporti problemi ti tipo metallurgico o ambientale.

Da tale progetto si è anche reso evidente che l’impiego come materiale iniettato potesse essere più opportuno.

 

Vantaggi ambientali
Vantaggi ambientali

Valorizzazione di un materiale di recupero quale agente riducente (diversamente da altre forme di smaltimento)

Riduzione del consumo di fonti fossili non rinnovabili

Riduzione dei consumi elettrici

Riduzione delle emissioni di CO2

Nessun impatto negativo sulle emissioni in atmosfera

Vantaggi tecnici
Vantaggi tecnici

Stabilizzazione del processo produttivo grazie al buon “schiumaggio” della scoria

Riduzione delle distorsioni dovute all’arco elettrico

Diminuzione del surriscaldamento pannelli raffreddati del forno

Riduzione degli ossidi di ferro nella scoria

Riduzione del tenore di zolfo nell’acciaio

Vantaggi economici
Vantaggi economici

Costo del materiale vantaggioso (minore del carbone)

Possibilità di programmare flussi costanti di approvvigionamento a vantaggio della pianificazione e della contabilità industriale (minor variabilità legata ai prezzi)

Riduzione di altri costi variabili (in particolare legati ai consumi di energia e calce)

Maggior produttività e migliore resa dell’impianto

A seguito di tali valutazioni quindi si è deciso di promuovere l’utilizzo di materiali diversi di derivazione plastica ma derivati da riciclo imballaggi tramite il consorzio Corepla e il fornitore iBlu che ne ha promosso la trasformazione in un materiale utilizzabile come prodotto.

Da tempo quindi Feralpi grazie anche all’installazione di un nuovo impianto industriale dedicato a questo sta impiegando stabilmente nella produzione materiale iniettato in EAF ottenendo anche buoni risultati di performances sia in termini di consumi energetici che di effetti positive sulla gestione delle scorie nel processo.

Questa attività è anche inclusa in progetti di Ricerca e Sviluppo in corso per ampliarne la possibilità di impiego.