31Ago-2016

L’acciaio italiano alza la testa: in luglio è il “top” in Europa

L’Italia siderurgica riparte e mette a segno un luglio positivo producendo oltre due milioni di tonnellate di acciaio e staccando l’Ue che resta ancorata a valori negativi. Lo confermano i dati diffusi dal WSA (World Steel Association) secondo cui l’Italia è uno dei paesi che fa registrare la performance migliore: +6,2% a 2,050 milioni di tonnellate, ovvero 119.000 tonnellate in più rispetto al luglio 2015.

Nei primi sette mesi dell’anno l’Ue ha prodotto 95,752 milioni di tonnellate (-5,8% rispetto al corrispondente periodo del 2015), mentre l’Italia ha rafforzato il proprio output del 3,9% arrivando a quota 14,178 milioni di tonnellate.

Allargando il raggio d’osservazione, comunque, è evidente che l’intero comparto siderurgico globale ha ripreso a macinare tonnellate nel mese di luglio. Nel settimo mese dell’anno, l’output delle acciaierie di tutto il mondo è salito dell’1,4% rispetto allo stesso periodo del 2015, arrivando a quota 133,742 milioni di tonnellate. Tuttavia, il divario da colmare con i primi sette mesi del 2015 non è stato riassorbito. Tra gennaio e luglio, infatti, i conti rimangono in rosso con un -1,2% a 929,633 milioni di tonnellate.

Condividi:
Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Login to your Account