26feb-2016

Erasmus sì, ma col “plus” di Feralpi

logo_erasmus+

Il programma Erasmus fa tappa in Feralpi Siderurgia ed ESF Elbe-Stahlwerke Feralpi. O, meglio, è Erasmus+ ad essere il contesto internazionale che ha coinvolto in modo diretto gli studenti dell’Istituto Tecnico Cerebotani di Lonato del Garda ed il Gruppo Feralpi nelle due sedi in Italia e in Germania.
Lo scorso 17 febbraio, un nutrito gruppo di studenti delle quinte classi dell’Istituto hanno visitato lo stabilimenti di Feralpi Siderurgica, partendo dal laboratorio di prova per poi calarsi lungo l’intero processo produttivo siderurgico.
“L’obiettivo di questa iniziativa – ha spiegato il prof. Fabrizio Facchinetti dell’IIS Cerebotani – è quello di ricostruire un archivio storico attinente l’evoluzione tecnica della produzione di acciaio dagli anni ’60 ad oggi grazie a testimonianze raccolte “sul campo” dagli studenti che in seguito verranno rielaborate, strutturate e racchiuse in un DVD”.
Il percorso prevede un secondo appuntamento analogo presso lo stabilimento tedesco di Riesa dove gli stessi studenti (i più meritevoli dell’Istituto Cerebotani scelti nei quattro indirizzi meccanico, elettronico, informatico e chimico) si recheranno per conoscere un altro stabilimento del Gruppo Feralpi e, quindi, poter mettere a sistema una seconda esperienza formativa grazie alla quale arricchire il documento finale che sarà reso pubblico una volta ultimato.

erasmus_feralpi_2

“È un’opportunità unica – ha ricordato il prof. Facchinetti – perché per gli studenti non solo si tratta di un’esperienza esclusiva, ma anche di un percorso che arricchirà il loro percorso scolastico e curriculum vitae”. E di questi tempi, non è certo poca cosa.
Non a caso, Erasmus+ si inserisce in un contesto socio-economico che vede, da una parte, quasi 6 milioni di giovani europei disoccupati, con livelli che in alcuni paesi superano il 50%. Allo stesso tempo si registrano oltre 2 milioni di posti di lavoro vacanti e un terzo dei datori di lavoro segnala difficoltà ad assumere personale con le qualifiche richieste. Ciò dimostra il sussistere di importanti deficit di competenze in Europa. Erasmus+ è infatti pensato per dare risposte concrete a queste problematiche, attraverso opportunità di studio, formazione, di esperienze lavorative o di volontariato all’estero.

erasmus_feralpi_3

 

Condividi:
Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+

Login to your Account